Home Chi siamo

Chi siamo

L’Associazione Bibliobus L’Aquila è nata per dare continuità al progetto Bibliobus, salvaguardandone il carattere fondativo, per farlo vivere nel contesto delle nuove e modificate realtà della città.
Il Bibliobus ha iniziato le sue attività all’indomani del sisma del 6 aprile 2009 come biblioteca itinerante, per avvicinare le persone nelle tendopoli e dare loro un conforto, un momento di svago culturale con l’ausilio di un libro. Nel terremoto di L’Aquila, infatti, insieme alle vite, alle case, al patrimonio artistico della città, anche i libri di biblioteche, librerie e abitazioni sono stati risucchiati in un buco nero fuori dallo spazio e dal tempo.
Il progetto si è sviluppato dall’incontro di realtà diverse, il Punto Einaudi dell'Aquila, la redazione della trasmissione Fahrenheit di Radio 3, il circolo ARCI Querencia, il Comitato territoriale ARCI L’Aquila, l’ARCI Abruzzo, l’Arci Servizio Civile, l'AMA (Azienda Mobilità Urbana) di L'Aquila, e si è concretizzato grazie alla generosità di chi ha donato libri per le popolazioni terremotate.

Nei giorni successivi al sisma la trasmissione Fahrenheit di Radio 3, infatti, ha canalizzato la generosità di tante persone che a L’Aquila volevano inviare libri e pensieri di solidarietà. Con l’apporto del “Punto Einaudi” (le cui libraie hanno perduto libreria e abitazioni, ma non l’amore per i libri), dell’Arci di L’Aquila e del Circolo Arci Querencia (che già praticava un piccolo book-crossing nella sede in Piazza San Pietro), si è deciso di portare nelle tendopoli i libri che da tutta Italia arrivavano a Fahrenheit e poi direttamente alla tenda Arci del campo di accoglienza di Centi Colella. In un ambiente caotico e frammentato l’AMA ha fornito gli strumenti indispensabili a concretizzare il progetto: un autobus che, da maggio a settembre, ha raggiunto le tendopoli sparse sul territorio comunale e un secondo autobus che è stato trasformato in biblioteca e sala di lettura e collocato nel campo di accoglienza di Centi Colella. Questa sinergia ha consentito la distribuzione di circa 40 mila libri in quasi 500 visite nelle tendopoli, attraverso l'aiuto di volontari e volontarie Arci venuti da ogni parte d'Italia che hanno arricchito questa esperienza: oltre a donare libri e momenti di distensione, sono state proposte letture ad alta voce, laboratori, spettacoli, incontri con autori. Alla fine del 2009, con la chiusura delle tendopoli e la collaborazione di quattro volontari del Servizio Civile Nazionale, il “Bibliobus” ha proseguito la sua attività: i libri sono stati consegnati a scuole, università, reparti ospedalieri, centri commerciali, e nella prima metà dell’anno 2010 distribuiti in occasioni particolari quali le Domeniche delle carriole, le proiezioni del Cinebus e il Presidio Cittadino di Piazza Duomo.

Parallelamente, il “Progetto Bibliobus” e 17 associazioni di promozione sociale, artistiche e di volontariato si sono riunite in coordinamento per realizzare un progetto di ricostruzione delle sedi associative in una nuova Piazza. In questa Piazza il “Progetto Bibliobus” ha compiuto un ulteriore passo avanti: grazie al generoso contributo della Fondazione Unipolis e alle preziose competenze di esperti, si è realizzata una nuova struttura da adibire a “Bibliocasa”: una piccola ma fornita biblioteca a disposizione della cittadinanza e delle associazioni, in cui trovano spazio anche un’area-bimbi, una emeroteca ed un internet point.
Il passaggio a una sede funzionale ed organizzata (seppur provvisoria per la scelta etica di perseguire il ritorno nel centro storico dell’Aquila), è un completamento del “Progetto Bibliobus”, che continuerà a porsi l’obiettivo di mantenere un servizio itinerante nei nuovi insediamenti cittadini, per raggiungere le persone che solitamente non hanno occasione di frequentare biblioteche, offrendo contemporaneamente, con la Bibliocasa, un luogo gradevole di socializzazione e di crescita collettiva.

Clicca qui per saperne di più!

La Bibliocasa sarà aperta il giovedi dalle 16:00 alle 18:00

vi aspettiamo